Libri

      Prefazione Sinossi Recensioni Librerie
Qualche anno fa in gita su un lago nel novarese, mi sono tornate in mente storie che temevo si fossero assopite o nascoste fra i risvolti dei pensieri e delle incombenze più urgenti. E con mia sorpresa mi sono ritrovato a ricordare quello che alcuni amici mi avevano raccontato, fra un whiskey ed un altro, e immagini di una terra quasi sconosciuta sovrapposte ad una città che ho amato e che amo. E così fra un carruggio e l’altro mi sono divertito a ricamare i ricordi di parole e immagini intessute di sole lettere e vocaboli. E a qualcuno era pure piaciuto. Ma non mi sembrava ancora abbastanza. E come per quelle raccolte di canzoni che svelano fra le tante già ascoltate un solo unico inedito, o fra quei libri di immagini già viste migliaia di volte che fanno riaffiorare una foto perduta, ho rimesso mano al racconto e gli ho dato una forma compiuta, ho restituito alla mia memoria la forma di una storia compiuta. Questa nuova edizione del mio primo romanzo, arricchita di altri sei anni di ricordi, non è la fine del racconto, ma l’inizio di un viaggio al battesimo di un mare spero per una volta compiacente.


15% off
Calibano Editore



IBS


Feltrinelli


Amazon


Giunti


Unilibro


Libreria Universitaria
sinossi  recensioni

D’ä mê riva

Riflesso d'occhi ai pensieri al rancore
remore triste che d'onda ne muore
infrange soglie di confini lontani
vorrei raggiungerne respirarne un domani
mi osserverai punto fisso e segreto
incustodito dal languirne al tuo fato
terra di manto dal profumo di mare
ne lascio il pianto per potervi tornare

© Dolce al Soffio di De André - Gioia Lomasti 
 
L'amore spazia colorandone l'emozione
© Gioia Lomasti

ESAURITO
     
  Tredici capitoli che provano a raccogliere un dialogo ininterrotto tessuto da firme illustri, sconosciuti illustri e voci anonime con, per e oltre Fabrizio De André. Questo libro è nato per ricostruire un viaggio di cinque anni fatto di "parole dette": gli incontri, i dibattiti e le giornate di studio organizzate nelle più svariate sedi, dalle università alle associazioni di provincia dal 2000 al 2005. Si è indagato, raccolto, sbobinato, tagliato, ricostruito e montato perché questo materiale potesse essere servabo. Quella "piccola parola latina" che Luigi Pintor notò e spiegò potesse voler dire "conserverò, terrò in serbo, terrò fede, o anche servirò, sarò utile". C'è un'eredità intellettuale lasciata da una voce cantautorale il cui desiderio era "essere socialmente utile" e, spontaneamente, nelle più istituzionali ma anche nelle più bizzarre situazioni, in tanti hanno scelto di partecipare a dibattiti che partivano da un verso, da un album o da un pensiero di Fabrizio utilizzandolo come passaporto per discutere il presente. Col ritmo del romanzo ma senza un ordine cronologico, questo libro prova a fare il punto su cinque anni di inaspettata partecipazione, senza cerimonie ma guardando alla ricerca con il desiderio che queste pagine possano essere solo l'inizio di un arrivo.
 
     
  Fabrizio De André
rimane uno dei più carismatici fra i cantautori italiani. Con la sua voce e con la sua poesia ha cantato storie e personaggi in cui si è identificata più di una generazione. Il volume raccoglie molte fotografie inedite, tratte dal suo album personale e dagli archivi dei fotografi che più da vicino lo hanno seguito negli anni. Completano questo diario di una vita la voce di Fabrizio, attraverso interviste, manoscritti e appunti originali, e una discografia dettagliata e definitiva.

(discografia e ricerca iconografica album
a cura di Mariano Brustio)
 
     
  Fabrizio De André
IN CONCERTO DVD 2004


Concerto integrale registrato presso il Teatro Brancaccio di Roma il 13 e 14 febbraio 1998. La foto di copertina è stata realizzata da Roberto Grandi ed è di proprietà della Pro Loco di Sasso Marconi. La foto riprodotta sull'etichetta del DVD è stata realizzata da Carlo Verri.


(discografia e ricerca iconografica album
a cura di Mariano Brustio)
 
     
  Un racconto per conoscere il vero De André attraverso le parole di chi lo ha conosciuto da vicino. Un prezioso collage di testi: un saggio critico di Franco Fabbri, una traccia biografica di Enrico Deregibus e sei interviste a Ivano Fossati, Massimo Bubola, Giampiero Reverberi, Roverto Dané, Franz Di Cioccio, Mauro Pagani. Completano il volume belle foto in bianco e nero e una preziosa discografia illustrata con tutti gli album ed i rarissimi 45 giri del grande artista.

(discografia e ricerca iconografica album
a cura di Mariano Brustio)
 
                           
 

I 101 dischi che hanno segnato il Québec


Autore Éric Trudel


Questa antologia critica mette in luce queste pietre miliari elencando gli album che hanno avuto un'influenza e un certo impatto sull'evoluzione della musica, in Quebec e nel resto del mondo. Ad oggi, nessuna antologia di questo tipo è stata prodotta: gli album essenziali del Quebec del periodo yé-yé, le scatole per le canzoni, il country-western, il rock, la discoteca stessa, sono tutti contenuti in questa guida, intesa diventare un lavoro di riferimento. I 101 dischi che hanno segnato il Quebec coprono i successi di Alys Robi e quelli di Tricot Machine, attraverso Michel Pagliaro e i Colocs, con pari competenza

 

(contributo fotografico con immagini di Leonard Cohen)